Una giornata a tre

Capita spesso, come già vi ho raccontato di passare una giornata a Cagliari, molto spesso per motivi universitari o per shopping per le ragazze, ma ogni tanto ci scappa anche la giornata relax con mio marito e Alex al seguito.

Così settimana scorsa, approfittando della splendida giornata di sole verso mezzogiorno io e Alex abbiamo fatto una sorpresa a papà e siamo andati a prenderlo a lavoro.

Lui come ricompensa mi ha portata a mangiare sushi per la prima volta!

Già vi sembrerà strano ma io non avevo mai mangiato giapponese prima di quel giorno, un po’ perché avendo provato la cucina cinese ed essendone rimasta delusa mi ero ripromessa di non farmi più fregare e un po’ anche per ignoranza, perché di fatto cinese e giapponese sono due cucine molto diverse.

Così mi ha portato in un locale carinissimo in viale Marconi, proprio fronte Ikea, e già l’ubicazione di per sé non poteva che essere più azzeccata, ma la sorpresa è stata all’interno: musica bassissima, tanta gente ma solo un leggero sussurrio di voci, luci soffuse e una cameriera gentilissima ad accoglierci.

Non sto a narrarvi della bontà dei piatti che ci hanno servito perché davvero non ci sono parole: ne sono rimasta estasiata nel vero senso della parola, e devo ammettere che ho fatto assaggiare qualcosa anche ad Alex!

 

 

Dopo pranzo abbiamo fatto un giretto all’Ikea e poi siamo andati in centro, e dopo tanto camminare per le viuzze dello shopping vuoi non fermarti a fare merenda da Origins?

 

 

 

Eh si mi sono concessa anche il dolce: si chiama Africa, un involucro di cioccolato fondente con un freschissimo ripieno di composta di banane e caramello salato, divino!

 

 

E così dopo questa deliziosa sosta, ci siamo avviati verso casa, salutando la mia amata Cagliari che porto sempre nel cuore.

 

No Comments

Leave a Comment

Accedi con



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: