Mamme x Mamme: III Raduno Sardo a Carbonia

Un Raduno di Mamme per le Mamme

Si è tenuto ieri a Carbonia il III Raduno Sardo dei gruppi da Mamma a Mamma.

Ospiti dell’Auditorium della Grande Miniera di Serbariu messo a disposizione dal Comune di Carbonia, che ha patrocinato l’evento, i gruppi delle mamma provenienti da tutta la Sardegna e anche da oltremare, si sono dati appuntamento per una giornata di condivisione e anche di formazione.

Quando sono arrivata nella location, ciò che più mi ha colpita è stata l’informalità dell’ incontro.

Morbide coperte e materassini per terra, e mamme e bimbi seduti sopra in totale libertà.

Il III Raduno Sardo Dei Gruppi Da Mamma a Mamma

Bimbo Gioca Tranquillo Mentre i Grandi “chiacchierano”

Quello che amo di più, infatti dei gruppi Mamme x Mamme, nella mia città sapientemente diretto da Alessandra Secci, presidente dell’associazione, ma soprattutto mamma, e la totale naturalezza dell’essere madre.

Scoprire di essere madre, vivere la gravidanza, dare alla luce il proprio bambino e nutrirlo è infatti vissuto da queste madri come un evento fisiologico, al quale Madre Natura ha già preparato noi donne.

Alessandra si è avvicinata a questo pensiero, che dovrebbe poi essere quello di tutte noi e della comunità in generale, dopo la seconda gravidanza.

Alessandra Secci, Presidente Mamme x Mamme Carbonia

Da lì ha cominciato questo meraviglioso percorso, diventando presidente dell’associazione Mamme x Mamme Onlus, e portando a Carbonia una nuova realtà fino ad allora davvero conosciuta a pochi. La possibilità cioè per molte madri di essere aiutate da altre madri, in tutto ciò che riguarda la maternità, e soprattutto l’allattamento al seno, fonte naturale di vita per ogni bambino. Con lei sempre vicine, la Vicepresidente Michela Caria, Valentina Mei Consigliera del Direttivo, Claudia Lisci Segretaria e Tesoriera. Voglio riportare, perché davvero merita e perché mi trovo completamente d’accordo, il discorso che Alessandra ha fatto a nome del gruppo Mamme X Mamme Carbonia:

“Ed eccoci qui, per il terzo anno consecutivo al raduno sardo dei gruppi da mamma a mamma…ma cosa significa questo termine…da mamma a mamma…spesso ce lo chiedono…significa per noi che in un ambito, quello della nascita, non ci sono insegnati e allievi, non ci sono gradini, piedistalli o titoli che possano sostituire il sapere intrinseco e innato di una donna, una madre che ha partorito e accudito il proprio figlio.

Ed è veramente da qui che vorrei che tutti noi potessimo sempre ripartire…
Da mamma a mamma sullo stesso piano…allo stesso livello…ed è così che vorrei, parlando di gravidanza, parto e allattamento, si instaurassero tutti gli altri tipi di sostegno, se così per semplificare lo possiamo chiamare… da padre a mamma, da ostetrica, ginecologo, pediatra, educatore a madre bambino…
Ma perché ancora dopo tre  anni un raduno sardo. 
Un raduno sardo perché in Sardegna fatichiamo a fare rete, è una frase che spesso sentiamo… ma forse non sanno che in Sardegna le cose si fanno e non si dicono…ah ah
Ma a parte le battute abbiamo tutti e tutte un enorme bisogno di conoscerci e riconoscerci…di sapere che non siamo soli e di dirci cosa non va bene e come possiamo fare per migliorare ma soprattutto abbiamo bisogno di ricordare e ricordarci l’un l’altra che lo sappiamo fare, sappiamo essere madri e padri e se lo siamo all’interno di un gruppo, di una comunità lo sappiamo essere ancora meglio.
E questo grande gruppo Sardo, questa grande comunità dimostra oggi di essere quella grande rete che ci lega gli uni agli altri e che ci fa sentire meno soli.
Spero davvero che questo raduno rafforzi ancora di più i legami tra i vari gruppi, operatori e attiviste sparsi nella nostra isola e che sia un punto di partenza di una progettualità più strutturata…abbiamo bisogno che le cose cambino e affinché possano cambiare noi madri abbiamo bisogno dell’ aiuto di tutti…non perché abbiamo bisogno di sostegno ma perché abbiamo bisogno di silenzio, di pazienza, di non interferenza, e di una comunità accogliente.
Questi sono i miei desideri per il futuro ma sono anche i bisogni che ad oggi vengono meno rispettati e questo ce lo dicono le madri che continuamente ci troviamo ad ascoltare…Ascolto…l’aspetto più importante del faticoso lavoro da mamma a mamma…non perché sia faticoso per una madre stare accanto ad un’altra madre…ma perché spesso è molto doloroso…e una madre si sa,  sente sulle spalle il peso del mondo intero, anche dei fallimenti, del dolore e del senso di inadeguatezza di un’altra madre.
Vorrei concludere augurandovi d trascorrere una bella giornata e augurandoci che da questo raduno venga fuori un sempre più condiviso progetto di lavoro verso una riscoperta e valorizzazione delle competenze materne e genitoriali e protezione della fisiologia della gravidanza, parto e allattamento.”

Le Mamme X Mamme Onlus Carbonia

Il lavoro di Mamme x Mamme

La Mission di Mamme x Mamme è infatti quella di organizzare gruppi di auto in linea con uno “Dieci passi UNICEF-OMS per la promozione dell’allattamento al seno” che al punto 10  promuove  la creazione di gruppi di sostegno alla pratica dell’allattamento al seno, in modo che le madri vi possano trovare aiuto e supporto dopo essere state dimesse dall’ospedale; altro obbiettivo della Onlus è quello di favorire la ricerca e il confronto fra madri e coppie sugli aspetti relativi all’allattamento, allo svezzamento ed alla crescita del bambino; si propone poi di collaborare con organismi pubblici e privati operanti nel campo della maternità e dell’infanzia, per ampliare le possibilità di intervento e scelta a favore delle famiglie; produce  e distribuisce  materiale divulgativo e didattico in diverse forme e infine promuove tutte le iniziative che ritiene più idonee per la tutela della maternità e per la promozione dell’allattamento al seno;

Tutte queste attività di supporto non hanno scopo di lucro e sono infatti perseguite con il solo scopo di solidarietà sociale.

Insieme per rafforzare la rete sarda

Nell’incontro di ieri si è parlato di questo è molto altro. L’evento è stato patrocinato anche dal Comune di Carbonia, dall’Azienda Sarda di Tutela della Salute, dalla Provincia del Sud Sardegna e da Sardegna Solidale.

Hanno dato il loro contributo con preziosi interventi il Dottor Michele Grandolfo, direttore del reparto Salute della donna e dell’età evolutiva, Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute che ha parlato di Allattamento naturale, di come le madri siano capaci di nutrire il proprio bambino, della capacità delle donne di saper “sfamare” portando ad esempio i benefici della Dieta Mediterranea. Il Dottor Grandolfo mi ha colpito con una frase, che può sembrare chissà quale concetto ma che in realtà racchiude tutto ciò che la Natura ci ha preparato ad affrontare: “Lo Svezzamento lo Fa chi nasce” il bambino cioè va assecondato, vanno seguiti i suoi tempi non si deve adeguare ai nostri; l’allattamento è il metodo più valido e naturale per nutrire e crescere il nostro cucciolo; non dobbiamo arrenderci al primo intoppo, non dobbiamo sentirci dire “ah ormai è grande succhia solo per vizio!” mangiare, nutrirsi non sono un vizio, ma un atto naturale al quale ogni bambino ha diritto; un altro prezioso contributo è arrivato da Hilda Garst di origini olandesi, Hilda nasce madre a Serdiana in Sardegna nel 1993, ’94 e ’98.

Dal 1997 al 2015 offre la sua vicinanza, protezione e sostegno alle madri-bambini come consulente volontaria de La Leche League Italia. Oggi continua ad occuparsi di Madri portando la sua esperienza e il suo sapere in  conferenze pubbliche,  laboratori con le scuole di vario grado e  in eventi medico-scientifici.

Dottor Michele Grandolfo

Hilda Garst

Interventi, chiacchiere e giochi

Tanti gli interventi che si sono susseguiti, dall’Assessora ai Servizi Sociali del Comune di Carbonia Loredana La Barbera ale Pediatria Dottor Paolo Zandara; intervenute anche Claudia Cossu Segretaria del Colleggio Interprovinciale delle Ostetriche, Bonaria Sias  dell’Associazione Consultiamoci di Iglesias, Silvia di Mamai Sardegna, Rosita Ricchiuti Di Serdiana Pannolini Lavabili per una Sardegna più Ecologica. Ma c’erano anche Consuelo Pusceddu Ostetrica Madre e Scrittrice che ha letto il libro  “Lina- Soria di una Goccia di Latte”, la Dott.ssa Zaira Gambula, pediatra del Consultorio di Carbonia, l’Infermiera pediatrica Susanna Maccioni.

Dottor Paolo Zandara Medico Pediatra

Loredana La Barbera, Assessora ai Servizi Sociali Comune di Carbonia

Valentina Mei Mamme X Mamme Carbonia

Il Dr Michele Grandolfo con Alessandra Secci

 

Il tutto avveniva mentre i bimbi erano coccolati dai vari gruppi di gioco presenti all’esterno della struttura con i loro stand dove si sono organizzati giochi e dove i bimbi sono stati intrattenuti in varie attività.

L’asilo Nido Comunale di Carbonia I Colori dell’Arcobaleno, Baby Garden, Cucciolandia Albero Amico, Sbis e Biblioteca Comunale di Carbonia sono coloro che si sono occupati dei vari laboratori.

Asilo Nido Comunale

Cucciolandia, Albero Amico

 

Intervento finale anche della Sindaca di Carbonia, Paola Massidda, che ha voluto portare il suo contributo non solo in veste istituzionale ma anche come madre nutrice dei suoi 2 figli, sostenitrice anche lei dell’allattamento al seno e ha confermato inoltre il supporto totale dell’istituzione che rappresenta e la stima nei confronti di Mamme x Mamme Carbonia.

Paola Massidda, Sindaca di Carbonia

 

Quando le donne pensano da madri

Io dal canto mio ho cercato di assorbire quanto di più possibile di questa bellissima esperienza, e sono contenta che ci siano donne come Alessandra Secci che ancora credono nel potere della rete tra donne, della forza che può nascere dalla coesione e dallo scambio reciproco di informazioni, supporto, sapere e aiuto.

Spero che questi incontri siano sempre più un’ abitudine e che la comunità in genere torni a pensare che l’allattamento al seno sia il modo più bello e naturale per accompagnare i nuovi nati al mondo; mi auguro che le mamme e il loro sapere siano sempre più coinvolte nei tavoli di discussione e che donne come Alessandra, Claudia, Valentina, Michela e tante altre siano sempre più la normalità e non una rarità come oggi succede.

Le Mamme x Mamme con la Sindaca di Carbonia

2 Comments

Leave a Comment

Accedi con



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: