La Fiera In Città

Domenica scorsa appuntamento con la Fiera del Sulcis Espone, passeggiata tra gli stand tra degustazioni e nuove scoperte.

E’ andata bene la Fiera del Sulcis Espone tenutasi a Carbonia, cittadina del Sud Sardegna, la scorsa domenica.

Nonostante le alte temperatura e la manifestazione del Girotonno a Carloforte, proprio in contemporanea con l’evento, il pubblico è stato comunque numeroso.

Io adoro questo tipo di venti. Mi piace un sacco perdermi tra gli stand, scoprire nuovi prodotti, nati dalle mani di artigiani che con passione creano prodotti e oggetti unici.

L’evento però ha dato modo anche ai commercianti locali di poter esporre i loro prodotti.

Così è stato anche per Francesco che ha esposto i suoi prodotti in un grazioso stand accogliendo i visitatori con il suo sorriso unico e contagioso, insieme alla sua compagna Marina, molto disponibili nel fornire informazioni dettagliate a chi si fermava a dare un’occhiata.

Una Mamma a Cinque Stelle

Stand Francesco Simula

Una Mamma a Cinque Stelle

Eros e Tony

Una Mamma a Cinque Stelle

Stand Francesco Simula

Altra tappa per me graditissima è stata allo stand di Daniela, artigiana creatrice del brand CutitNowDesign, che già seguivo su Instagram, e finalmente ho potuto abbracciare dal vivo.

Daniela crea davvero dei prodotti unici e fatti benissimo. Io mi sono impossessata subito di un bracciale fuxia che bramavo da parecchio e che dal vivo mi ha conquistata ancora di più.

Nello stesso stand erano presenti anche altre due artigiane bravissime: Morfeas World e Baci di Filo e Fimo.

Una Mamma a Cinque Stelle

Daniela, Valentina e Manola

Una Città vestita a festa

La nostra passeggiata è continuata attraversando la bellissima Piazza Roma, dove erano presenti tanti giochi di intrattenimento per bambini, dai gonfiabili alle giostrine non mancava proprio nulla.

Una Mamma a Cinque Stelle

Piazza Roma – Carbonia

Ma ad attirare la nostra attenzione è stato un simpatico signore che ci ha invitato ad assaggiare un liquore di sua produzione. Già il nome ha rievocato in me ricordi di un’infanzia lontana, passata tra estati logudoresi dove il dialetto era l’unica lingua usata per comunicare, e grazie alle quali ho imparato a parlucchiare ma soprattutto a capire il meraviglioso dialetto Logudorese appunto. Il nome del liquore era Bàttoro, il numero quattro in lingua sarda(logudorese).

Una Mamma a Cinque Stelle

Roberto nello stand di Bàttoro

Una Mamma a Cinque Stelle

Liquori Bàttoro

L’assaggio è stato idilliaco, il liquore, una crema dolcissima al gusto di cotogna era di una bontà unica, tant’è che ne abbiamo acquistato subito una bottiglia. Veramente una scoperta ottima. La conserverò per berla insieme alla mia amica Claudia a settembre quando finalmente verrà a trovarmi insieme alla sua famiglia!

Una Meravigliosa scoperta: Il Tartufo Sardo

Non poco distante dallo stand del simpatico signore, siamo incappati in un altro espositore che ci ha subito rapiti. Nel bancone si mostravano beati e maestosi i Tartufi! Sardi! Sì devo ammettere la mia ignoranza in materia. Non ero affatto a conoscenza dell’esistenza di questo pregiatissimo fungo anche in Sardegna. E ho capito che devo smetterla di meravigliarmi ogni volta, ormai ho capito che la mia terra racchiude millemila meraviglie.

Naturalmente abbiamo assaggiato una deliziosa crema al tartufo su pane Carasau, e anche qui completamente rapiti abbiamo acquistato tre magnifici esemplari da gustare a casa, si con un buon piatto di pasta, sia accompagnando delle semplici uova fritte. Magari posterò la ricetta.

Una Mamma a Cinque Stelle

Tartufo di Sardegna

Tanti Stand, tanti artigiani, tanti mestieri

Eros si è fermato ad ammirare un fabbro, figura ormai in via d’estinzione. Ed è rimasto profondamente colpito nel vedere quanta fatica adoperava l’artigiano per dare vita alle sue creazioni.

Una Mamma a Cinque Stelle

Fabbro a Lavoro

Io invece ho avuto un attimo di commozione nel veder un tenero signore che intrecciava il fieno per creare dei meravigliosi cesti. E anche qui per me piccolo viaggio indietro nel tempo, alla mia infanzia a Terraseo, paese dei miei nonni paterni, dove l’arte dell’intreccio è ancora presente.

Una Mamma a Cinque Stelle

Intrecciatore

Dopo una breve sosta al Convivino, dove si poteva degustare un buonissimo aperitivo, e anche cenare, abbiamo proseguito la nostra passeggiata, imbattendoci nell’esibizione di alcuni ballerini di Ballo Sardo, danza tipica della nostra terra, che si differenzia a seconda delle località dalle quali proviene e cha ha origini antichissime.

Questa tradizione si tramanda da generazioni ed è tra le più ricche e interessanti d’Italia e del mediterraneo.

Una Mamma a Cinque Stelle

Il Convivino

Una Mamma a Cinque Stelle

Il Convivino

Una Mamma a Cinque Stelle

Il Ballo Sardo

Ottima iniziativa che ha dato alle persone la possibilità di vivere la città e conoscere nuovi prodotti.

E’ bello per me vedere la mia città viva e vissuta. Vedere la gente riversarsi nelle vie cittadine per godersi l’un l’altra e per vivere qualcosa di diverso. Spero tanto che si organizzino più di frequente manifestazioni come questa, che diano forza e voglia alle persone di credere nuovamente nel nostro territorio e di ricominciare a creare e sognare.

Una Mamma a Cinque Stelle

Le Torri

2 Comments

  • Dà Spirulina giugno 28, 2017 at 4:41 pm

    Grazie a te per essere passata! È stato davvero un piacere conoscerti Questo è il periodo più bello per Carbonia perché si anima come non mai, grazie soprattutto alle persone che credono ancora in lei e che, nonostante i vari intoppi riescono ugualmente ad organizzare un grande evento. Ora poi inizierà anche Nottinsieme e tutti in piazza e in Via Gramsci per lo shopping sotto le stelle ✨✨✨ Quest’anno per la prima volta ci saremo anche a settembre!

Leave a Comment

Accedi con



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: