Falsi Stereotipi: la Vita oltre Instagram

Io sono una patita di Instagram, ormai l’avrete capito, vi ho talmente stressati che ne avrete fin sopra i capelli!

Ciò che amo di questo social sono naturalmente le foto, mi ci perdo letteralmente; adoro scorrere le gallery vedere stili di vita diversi, mi piace vedere case arredate da sogno o donne meravigliosamente belle e ben vestite con bimbi stupendi al seguito. E’ per me fonte di ispirazione Istagram, mi spinge a fare il meglio e a dare il meglio di me stessa per raggiungere i miei obbiettivi. Prendo spunto da Germana e Anna ad esempio per delle ricette sfiziose, da Bruna cerco di carpire i segreti per apparecchiare una tavola che sia buona anche per gli occhi, sogno guardando le foto di Micaela cercando di immaginare come sarà il  mio tanto desiderato viaggio a Parigi oppure vado a curiosare tra i prodotti di bellezza della Vale. Insomma c’è davvero di che sbizzarrirsi, si può  imparare  davvero tanto da una foto, ma non si può copiare, e non si deve credere che quella sia realtà, no assolutamente. E’ un attimo di un’intera giornata immortalato in una foto! Un millesimo di secondo catturato da uno scatto.

Vi dico questo perché a volte sotto certe fotografie leggo dei post di accompagnamento che mi fanno venire letteralmente i brividi.

Post che ostentano una perfezione che non esiste, frutto di un immagine perfetta si, ma non sempre veritiera.

Leggo post con scritto di mamme da prendere come esempio, perché rappresentano la donna tipo che dopo la gravidanza esce tutta in tiro con trucco 10 e lode e pancia piatta, leggo di case perfette perché immacolate e disinfettate che manco una sala operatoria. Ecco questi messaggi mi destabilizzano e mi fanno davvero imbestialire.

Certi messaggi non dovrebbero essere proprio trasmessi, soprattutto da chi ha un “potere social”, cioè da profili che hanno tanto seguito, soprattutto di donne che magari sono anche neomamme.

Far credere che un donna sia una buona madre perché si trucca, non ha pancia, ha la casa immacolata e si veste all’ultima moda è sicuramente il messaggio che una neomamma non dovrebbe leggere perché è come se si volesse dire che solo le donne perfette sono delle buone madri.

Pensate a una mamma che ha partorito da 4/5 mesi,  che magari ha perso il lavoro, che dorme neanche 3 ore a notte, che ha anche un atro figlio e che è sola a gestire casa e figli perché il marito lavora tutto il giorno, e magari non ha nessun tipo di aiuto esterno. Sicuramente non avrà il tempo di truccarsi, o di stare dietro al suo fisico ma passerà il tempo in cui il piccolino dorme a giocare col figlio più grande per non farlo sentire messo da parte, cercherà di far trovare la cena pronta a suo marito al rientro dal lavoro, e approfitterà del suo aiuto per fare finalmente una doccia dopo cena. Pensate a come si possa sentire una donna che legge e rilegge che per essere tale deve essere truccata, magra, griffata, che è così la rappresentazione della madre tipo. Certo c’è chi si farà due risate e dirà “mavàbeeeep” ma c’è anche chi è in un periodo in cui è sensibile, debole e dalla lacrima facile. Ecco, si dovrebbe pensare che non tutte le persone che leggono riescono a capire che bisogna scindere una foto tipo dalla realtà.

E’ giusto dopo una gravidanza non lasciarsi andare, cercare di essere in ordine e prendersi comunque cura di se, ma non si deve essere schiavi di certi stereotipi, perché non tutte facciamo la stessa vita e non tutte abbiamo lo stesso tenore economico, ma siamo comunque delle buone madri.

Ci sono giorni che per me è difficile anche fare una doccia, e giorni in cui non riesco neanche a rifare i letti, altri nei quali devo fare lo slalom in camera da letto tra le ceste di roba da stirare, e altre ancora in cui esco con cappello e occhiali avvolta da una sciarpa da sembrare un rapinatore di banche perché proprio non sono riuscita a truccarmi. Ma non penso che questo faccia di me una cattiva madre.

Senza parlare poi del mio fisico! Ho la pancia ancora a distanza di un anno dal parto, la cellulite nelle cosce, la faccia ricoperta da macchie della gravidanza, ma anche questo non credo faccia di me una cattiva madre.

A tal proposito mi viene in mente un’affermazione rilasciata da Reese Witherspoon, attrice premio Oscar, nella quale parlava del suo corpo ricoperto di smagliature e cellulite e di come questo non fosse per lei un problema anzi ne andava fiera parchè rappresentava il suo essere diventata madre dei suoi figli.

 

Stesso messaggio lanciato dalla splendida Elena Santarelli, che nonostante il suo fisico statuario e perfetto mostrava con orgoglio e rincuorando le altre donne, la sua pancia post parto, trasmettendo un messaggio che a volte sfugge: le vip sono donne come tutte le altre.

E allora, mi rivolgo a tutte quelle donne, mamme e non che come me si perdono nei social: non dobbiamo essere uguali a qualcun altro, non dobbiamo essere per forza magre, belle e truccate! Dobbiamo essere Noi. Se ci piace truccarci ci truccheremo, se ci piace una borsa griffata la compreremo, se ci piace uscire a prendere un aperitivo in un locale chic lo faremo; ma questo non significherà essere delle buone madri o delle donne perfette, significherà solo fare delle cose che ci piacciono e che ci fanno star bene, e se ad ispirarci a farlo sarà una ragazza che seguiamo ben venga, ma se non riusciamo ad uscire di casa perfettamente truccate con 3 figli urlanti al seguito, non sentiamoci in colpa o inadeguate, impariamo a capire quali sono i nostri limiti e a migliorare i nostri punti di forza, a ispirarci a chi ci piace ma a non cercare di raggiungere una perfezione che non esiste, perché come dice la mia amica Adriana “la vita non è Instagram, la vita è altro, Instagram è solo un bellissimo passatempo.

ph Pinterest

 

6 Comments

  • Adriana Fusè aprile 5, 2017 at 8:21 pm

    Quanta verità in questo post e quanta fatica a capire la vita vera non è instagram!!!
    Ammiro chi non ha vergogna a mostrarsi, ammiro chi ha la forza e il coraggio di dire “Ehi, siamo tutte uguali. La cellulite non risparmia nessuno!!!”.
    Stereotipi, troppi stereotipi che ci riempiono il cervello dalla mattina alla sera.
    Cara Francy, sai cosa ti dico?
    Vado a spalmarmi un kg di crema sulle cosce, perché le donne vere la cellulite la combattono ahahah
    Ti stringo

    • Frackomina aprile 6, 2017 at 7:24 am

      Esatto Adry, santa crema comunque, noi donne con la crema in tasca.
      Tanti baci e un abbraccio fortissimo.

  • fattoconilcuore aprile 6, 2017 at 8:24 am

    bellissimo post Frack! è stato davvero un piacere leggerlo e condivido il tuo pensiero.

  • Sara Bandiziol aprile 6, 2017 at 4:01 pm

    Davvero molto bello! A prescindere da mamme o non mamme, è un bel messaggio anche per le ragazze giovani che spesso vedono persone perfette, senza brufoli, pelle perfetta, fisico perfetto.. davvero bello frack

Leave a Comment

Accedi con



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: